Fandom

Italian Harry Potter Wiki

Tom Riddle

1 507pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Tom Marvolo Riddle (31 dicembre 1926 - 2 maggio 1998), è stato un Mago Oscuro.

Biografia

Casa Riddle.jpg

Vita in breve

Tom Marvolo Riddle nacque il 31 dicembre 1926 in un orfanatrofio a Londra. Sua madre, Merope Gaunt, una discendente di Salazar Serpeverde (creatore della camera dei segreti e uno dei fondatori di Hogwarts), chiamò il figlio come suo marito, Tom Riddle Sr. e come suo padre, Marvolo Gaunt, e subito dopo il parto morì. Tom Riddle Sr. era un ricco Babbano che abitava a Little Hangleton: quando si sposò con Merope era sotto l'effetto di un filtro d'amore somministratogli dalla moglie stessa. Una volta sposati, Merope smise di usare la pozione e quando Tom capì che non l'amava davvero abbandonò lei e il figlio.

Infanzia

Riddle e Silente al Orfantrofio.jpg

Albus Silente dice a Tom Riddle che è un mago.

Tom visse in orfanotrofio per undici anni; in questo periodo scoprì di avere poteri che gli altri bambini non possedevano. Quando Tom compì 11 anni, Albus Silente andò a fargli visita. Spiegò al ragazzo di essere un mago e lo invitò a frequentare la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, nella quale insegnava Trasfigurazione.

Educazione a Hogwarts

Primo Anno

Tom cominciò a frequentare Hogwarts il 1 settembre 1938. Fu Smistato nella Casa di Serpeverde.

Quinto Anno

Tom-Riddle.jpg

Tom all'età di 16 anni, durante il suo sesto anno ad Hogwarts

Nel suo quinto anno, nel 1943, Tom divenne prefetto.[1] Nello stesso anno scolastico, scoprì e aprì la Camera dei Segreti (costruita da Salazar serpeverde). Ordinò poi al Basilisco di uccidere Mirtilla Malcontenta. Dopo la morte della ragazza, spaventato dalla possibile chiusura della scuola e dal suo ritorno all'orfanotrofio, incolpò l'Acromantula (Aragog) di Hagrid (il futuro guardiacaccia di Hogwarts) della morte della ragazza. A causa di ciò Hagrid fu espulso dalla scuola e gli venne spezzata la bacchetta. Tom Riddle scrisse le sue memorie su un diario che venne dato da Lucius Malfoy a Ginny (la sorella minore di Ron Weasley ) e fu poi trovato da Harry.

Sesto Anno

Durante l'estate prima del suo sesto anno a Hogwarts (1944), Tom andò a Little Hangleton per conoscere la storia della famiglia di sua madre. Incontrò Morfin Gaunt, suo zio, che diceva che somigliava molto a «quel Babbano». Morfin gli raccontò la storia di Tom Riddle Sr.. Furibondo, Tom andò nella casa dei Riddle e uccise suo padre, suo nonno e sua nonna. Incastrò Morfin per il reato, modificando la sua memoria, e quest'ultimo morì ad Azkaban. Gli abitanti del villaggio si convinsero che il colpevole era il giardiniere dei Riddle, Frank Bryce. Tom prese l'Anello di Marvolo Gaunt, lo portò come trofeo a scuola e successivamente lo trasformò in un horcux.

Settimo Anno

Tom divenne Caposcuola all' inizio del suo ultimo anno a Hogwarts.[1] Durante l'anno 1945, Tom chiese al professore di pozioni e capo della Casa Serpeverde Horace Lumacorno cosa fossero gli Horcrux e come funzionassero. Lumacorno rispose alle domande di Tom, e per questa ragione si vergognò per il resto della sua vita e modificò i suoi ricordi.

Prima di diplomarsi, Tom chiese alla Dama Grigia dove trovare il Diadema di Corinna Corvonero

Dopo la scuola

Dopo la sua carriera scolastica, Tom chiese al preside di Hogwarts, Armando Dippet, di poter rimanere a Hogwarts come professore di Difesa contro le Arti Oscure ma il preside lo respinse a causa della sua giovane età e lo invitò a ripresentarsi dopo qualche anno.

Allora Riddle, fra lo stupore di tutti i suoi insegnanti, divenne il commesso del negozio Borgin & Burke, a Notturn Alley. Il suo compito era di convincere le persone a vendergli i loro tesori, e lui si dimostrò molto abile nel farlo. È stato proprio durante uno dei suoi incarichi che la vecchia strega Hepzibah Smith gli mostrò i suoi due tesori più preziosi: la Coppa di Tosca Tassofrasso e il Medaglione di Salazar Serpeverde. Per ottenere questi oggetti, Tom uccise Hepzibah, incastrando la sua elfa domestica, Hokey.

Dopo questi avvenimenti Riddle abbandonò il suo lavoro e scomparve per quasi dieci anni. Durante questo tempo, creò due Horcrux in più con gli artefatti di Hepzibah Smith.

Dieci anni dopo la morte di Smith, chiese nuovamente di poter insegnare Difesa contro le Arti Oscure, ma Albus Silente, ora preside, rifiutò, cosciente della scelta che Riddle aveva fatto. Dopo questo rifiuto, Hogwarts non riuscì più ad avere lo stesso insegnante di Difesa Contro le Arti Oscure per più di un anno fino alla sconfitta definitiva di Tom Riddle nel 1998; si pensava che ci fosse una maledizione sul quella cattedra, imposta dallo stesso Tom. La visita a Hogwarts, però, non fu del tutto vana; quello nascose il Diadema di Corinna Corvonero, ora un Horcrux, nella Stanza delle Necessità.

Prima Guerra dei Maghi

Asceso al potere durante gli anni '70, Voldemort raccolse seguaci, i Mangiamorte. Molte famiglie Purosangue si fecero influenzare delle idee di Voldemort, dal momento che il Signore Oscuro proponeva il ritorno ad una comunità magica "pulita", non resa "impura" dalla presenza di Nati Babbani o Mezzosangue. La maggioranza dei maghi, non condotti sulla via del male, temeva di pronunciare il suo nome, denominandolo, invece, con appellativi del tipo: "Colui-che-non-deve-essere-nominato", "Tu-sai-chi".

Caduta

Sybill-Trelawney-Seconda-Profezia.jpg
All'apice del potere dell'Oscuro Signore, venne improvvisamente fatta una profezia su Voldemort da una presunta veggente, Sibilla Cooman, aspirante al ruolo di docente di Divinazione a Hogwarts. Ella affermò che alla fine del mese di luglio sarebbe nato, dai maghi che per tre volte avevano sfidato l'Oscuro Signore, un bambino che sarebbe stato l'unico in grado di vincere Voldemort perché quest'ultimo l'avrebbe indicato come suo eguale, ignorando tuttavia un potere posseduto dal bambino e a lui sconosciuto: «Nessuno dei due può vivere se l'altro sopravvive»

La profezia venne pronunciata alla presenza di Albus Silente nel pub La Testa di Porco nel villaggio di Hogsmeade ma venne ascoltata solo nella sua prima parte anche da Severus Piton, allora un Mangiamorte assai fedele a Voldemort. Fu Piton a rivelare al suo Signore l'esistenza della profezia e benché fossero due i possibili soggetti - Neville Longbottom  nato il 30 luglio e Harry Potter nato il 31 luglio - Voldemort fu certo che fosse Potter e non Paciock ad essere il bambino della profezia, poiché Harry era mezzosangue, proprio come lui. Per tale motivo iniziò una caccia ossessiva ai Potter.

Lily e James Potter lasciarono Londra e si nascosero in una località segreta, che poi si rivelerà essere Godric's Hollow, proteggendo la loro casa con l'Incanto Fidelius, con l'amico Peter Pettigrew come Custode Segreto
Lily Evans Potter.jpg
, cosicché solo Pettigrew avrebbe potuto visitare i Potter nella loro casa, invisibile a tutti. Ma se Pettigrew l'avesse detto a qualcuno, questi avrebbe potuto trovare i Potter. Peter però era un Mangiamorte da molto tempo e passava informazioni sull'Ordine della Fenice a Voldemort da mesi. Tradì la famiglia Potter, rivelando all'Oscuro Signore l'ubicazione di Lily e James.[2] Severus Piton, innamorato segretamente di Lily, chiese a Voldemort di risparmiarla, e il Signore Oscuro acconsentì.
James Potter.jpg
Voldemort si recò di persona alla casa dei Potter e lì, dopo aver ucciso a sangue freddo un disarmato James, offrì a Lily la possibilità di salvarsi se avesse rinunciato a difendere il bambino. Ella però rifiutò e si frappose fra la maledizione assassina scagliata dal Signore Oscuro e il piccolo Harry, fornendo al figlio, con il suo sacrificio d'amore, una protezione che
Harry e la profezia.png
Voldemort stesso non aveva previsto e che avrebbe potuto scalfire. Quando tentò di uccidere il bambino, l'Anatema si ritorse contro il suo stesso creatore, lasciando il piccolo Harry incolume se non per una cicatrice a forma di saetta sulla fronte. In questa circostanza Voldemort creò, a propria stessa insaputa, un settimo Horcrux: la sua anima si lacerò ulteriormente e un pezzo di essa si ancorò all'unica creatura vivente presente nella stanza: Harry. 

Scomparsa

Voldemort perse la sua forma fisica, diventando meno che fantasma. Il potere degli Horcrux lo teneva aggrappato alla vita. Si nascose nelle foreste più recondite dell'Albania, prendendo possesso di serpenti, i quali però morivano poco dopo essere stati posseduti.

Alla ricerca della Pietra Filosofale

Nel 1991, Voldemort era ancora in Albania quando ci si recò Quirinus Quirrell. Quando
Voldemort possiede Quirrell.jpg

Voldemort possiede Quirrell.

Voldemort scoprì che Quirrell aveva la cattedra di Difesa contro le Arti Oscure a Hogwarts, s'impossessò di lui senza incontrare resistenza.[3] Voldemort ordinò a Quirrell di rubare la Pietra Filosofale dalla Camera Blindata 713 alla Banca dei Maghi Gringott, ma il piano fallì.[4]

Alla fine dell'anno scolastico 1991-1992, Quirrell tentò nuovamente di rubare la Pietra Filosofale, ma non ci riuscì a causa dell'intervento di Harry Potter. Voldemort lasciò poco dopo il corpo di Quirrell, in quanto, durante lo scontro con Harry Potter, egli si era sbriciolato al contatto con il giovane mago. A causare ciò era stata la protezione che Lily Evans, la madre di Harry, aveva posto sul figlio sacrificandosi per proteggerlo.[4]

Riapertura della Camera dei Segreti

Nel 1992, Lucius Malfoy nascose il Diario di Tom Riddle in uno dei libri di testo di Ginny Weasley. Egli non sapeva il libro essere uno degli Horcrux del suo vecchio maestro; voleva disfarsi del diario per evitare che fosse collegato a lui, e allo stesso tempo, mettere Arthur Weasley, il padre della ragazza, nei guai. 
Ginny x.jpg

Ginny nel suo primo anno con il diario di tom

Ginny, giovane e ingenua, confidò al diario i suoi segreti e vi schiuse il suo cuore. Grazie a questa apertura, Tom riuscì a possedere la bambina, facendole aprire la Camera dei Segreti e aizzare il Basilisco contro i Mezzosangue.

La bambina si accorse di avere dei vuoti di memoria di diverse ore ripensando ai momenti in cui gli studenti erano stati aggrediti e finì col capire che il diario era pericoloso. Se ne disfò, ma quando lo rivide in mano a Harry, il terrore di essere scoperta superò quello nutrito per il diario e, alla prima occasione, lo rubò. Quando lo riaprì un Tom abbastanza potente uscì dal diario e la portò, priva di sensi, nella Camera.

A rovinare i piani di Tom fu, ancora una volta, Harry Potter, il quale uccise il Basilisco, distrusse Tom e il diario, all'insaputa di entrambi distruggendo un Horcrux.

Ritorno al potere

Nel 1994, Peter Pettigrew alias Codaliscia, tornò a Voldemort, come predetto da Sybill Trelawney. Codaliscia si mise al servizio di Voldemort, aiutandolo a creare una pozione che gli permettesse di ottenere una forma corporea debole, in attesa di riacquistare il suo vero corpo.

Sempre nel 1994, Bertha Jorkins, che lavorava al Ministero della Magia, andò in vacanza in Albania. Qui, ebbe la sventura di incontrare Codaliscia, il quale la portò a Voldemort. Usando la Legilimanzia, Voldemort scoprì informazioni sul Torneo Tremaghi. Trovò anche che qualcun altro aveva già usato un Incantesimo di Memoria sulla donna. Rompendo l'incantesimo, Voldemort scoprì che Barty Crouch Jr., uno dei suoi Mangiamorte più fedeli, era scappato da Azkaban. Voldemort uccise Bertha, usando l'assassinio per rendere Nagini, il suo serpente, un Horcrux molto fedele.

Voldemort e Codaliscia tornarono in Inghilterra, sottomettendo Barty Crouch Sr. alla Maledizione Imperius e liberando suo figlio. Voldemort ordinò a Crouch Jr. di catturare Alastor Moody, che sarebbe stato professore di Difesa contro le Arti Oscure, e prendere il suo posto usando la Pozione Polisucco.
Lord voldemort.jpg

Voldemort con il suo corpo nuovo

Crouch Jr. rese la Coppa Tremaghi una Passaporta, assicurandosi che Harry Potter la tocasse prima. Ma Harry e Cedric Diggory la toccarono contemporaneamente ed entrambi furono trasportati al Cimitero di Little Hangleton dove Voldemort aspettava.


Voldemort uccise Cedric e Codaliscia legò Harry alla tomba di Tom Riddle Sr. Poi il fedele servo eseguì un rituale usando il sangue del nemico, Harry, l'osso del padre e la carne del servo, creando un nuovo corpo per il suo padrone. Voldemort richiamò a sé i suoi Mangiamorte e sfidò Harry a duello. Lo scontro delle bacchette di Harry e di Voldemort, contenenti entrambi una piuma di Fawkes come nucleo, causò l'effetto del Prior Incantatio. Immagini delle persone uccise da Voldemort, inclusi i genitori di Harry, uscirono della bacchetta di Voldemort e gli fornirono una distrazione affinché il ragazzo potesse scappare.

Battaglia per la Profezia

Nel 1995, molti dei seguaci più fedeli a Voldemort, inclusa Bellatrix Lestrange, fuggirono da Azkaban. Voldemort, che voleva sentire fino per intero la Profezia riguardante lui e Harry, ordinò ai suoi Mangiamorte di infiltrarsi nell'Ufficio Misteri per rubarla. 
ES Ufficio Misteri.jpg

Neville e gli altri nell'Ufficio Misteri.

Il primo tentativo di furto fu affidato a Lucius Malfoy ,il quale, mettendo Sturgis Podmore sotto la Maledizione Imperius, affidò a quest'ultimo il compito di rubare la profezia, ma fallì perché quello non poteva entrare nell'Ufficio. La seconda volta fu Broderick Bode a subire la Maledizione, ma neanche lui riuscì a prendere la profezia poiché le sole persone a poter toccare un profezia sono le dirette interessate per le quali è stata formulata. Non potendo farsi vedere al Ministero, Voldemort decise di ingannare Harry tendendogli una trappola per indurlo a prendere la profezia e consegnarla ai Mangiamorte.

In un violentissimo scontro al Ministero, tuttavia, i Mangiamorte non riuscirono nell'intento, ed Harry e i suoi amici condotti lì con l'inganno, si salvarono a stento grazie all'intervento dell'Ordine della Fenice. Nella colluttazione, la profezia venne distrutta.
Auror Dawlish, Cornelius Fudge and Percy Weasley.jpg

Da sinistra:John Dawlish, Cornelius Caramell e Percy Weasly dopo aver scoperto che l'Oscuro Signore è tornato.

Voldemort arrivò al Ministero, e resosi conto che la profezia era stata distrutta, tentò di uccidere Harry. Egli venne però salvato da Albus Silente, il quale ingaggiò un feroce duello con Voldemort. La disputa si concluse a causa dell'arrivo del Ministro della Magia, Cornelius Fudge, e degli Auror. Da questo momento, il Ministero fu costretto ad ammettere pubblicamente il ritorno di Voldemort.

Seconda Guerra dei Maghi

Battaglia della Torre di Astronomia

Deluso dal suo Mangiamorte Lucius Malfoy, Voldemort constrinse il figlio, Draco Malfoy, a progettare ed eseguire l'assassinio di Albus Silente. La madre di Draco, Narcissa Malfoy, per salvare il figlio, convinse Severus Piton, apparentemente tornato dalla parte dei Mangiamorte, a promettere sotto il Voto Infrangibile di assumersi la
Mangiamorte dopo l'omicidio di Silente.jpg

Da sinistra:Fenrir Greyback,Thorfinn Rowle,Bellatrix Lestrange (che lancia in cielo il marchio nero segno che è stato appena commesso un omicidio)e Alecto Carrow a Hogwarts sulla torre di astronomia subito dopo l'omicidio di Silente.

responsabilità di vegliare su Draco ed eventualmente portare a termine l'impresa in caso di fallimento. In realtà, Piton aveva già ricevuto quest'ordine da parte di Silente stesso, destinato a morire lentamente, poiché gravato dall'Anello di Gaunt (uno degli Horcrux) e preoccupato per l'anima di Draco. Dopo la morte di Silente per mano di Piton, Harry Potter restò quindi l'unico capace di fronteggiare Voldemort.

Conquistare il Ministero

Subito dopo, i Mangiamorte uccisero Rufus Scrimgeour, il Ministro della Magia e conquistarono il Ministero della Magia Britannico. Voldemort fondò un stato totalitario, radunando i Nati Babbani ed imprigionandoli ad Azkaban.

Ricerca della Bacchetta di Sambuco

Per risolvere il problema del Prior Incantatio che gli impedeva di uccidere Harry Potter, Voldemort cercò una bacchetta nuova. Voldemort si fece quindi prestare quella di Lucius Malfoy. Anch'essa non funzionò e andò a pezzi quando cercò di aggredire Harry.
Bacchetta di Sambuco.jpg

Voldemort si volse allora alla ricerca della Bacchetta di Sambuco, considerata la più potente di sempre. Scorse le sue tracce torturando il fabbricante di bacchette Gregorovich e scoprendo, attraverso Gellert Grindelwald, che l'ultimo proprietario era proprio Albus Silente. Profanò la sua tomba e rubò la bacchetta.

Battaglia

Voldemort scoprì che questa non era migliore della precendente e ne individuò il motivo nel fatto che la bacchetta non lo riconosceva come legittimo proprietario, proprio perché lui non aveva disarmato l'ultimo proprietario, cioè Silente. Decise allora di eliminare Severus Piton, l'uomo che uccise Silente, facendo eseguire il lavoro a Nagini. Dopo che Piton venne ucciso, Harry raccolse una lacrima dello stesso e la mise nel pensatoio dell'ufficio di Silente. Così scoprì che Piton amava la madre di Harry a tal punto da rinunciare alla fedeltà a Voldemort e diventare il protettore del ragazzo.

Nel frattempo Harry, Ron Weasley e Hermione Granger trovarono e distrussero altri due Horcrux. Voldemort giunse a Hogwarts e chiese a Harry di raggiungerlo nella Foresta Proibita con un ultimatum per presentarsi, al termine del quale minacciava di fare irruzione a Hogwarts e compiere una strage. Prima di andare, Harry disse a Neville Longbottom di eliminare il serpente Nagini (nel film Harry lo dice a Hermione).

Harry incontrò Voldemort nella Foresta e si sacrificò, sapendo che nel suo cuore c'erano i suoi genitori, facendosi colpire dall'Anatema che Uccide "Avada Kedavra" senza opporre resistenza. Tuttavia, Harry non morì perché Voldemort aveva usato il suo sangue per creare un nuovo corpo tre anni prima, legando Harry alla vita. Quella che fu annientata dall'Avada Kedavra fu quindi solo la parte di anima di Voldemort all'interno del corpo di Harry, il settimo Horcrux del Signore Oscuro, quello che era stato accidentalmente creato.

Riavutosi dalla maledizione, Harry si svegliò e riuscì a sfuggire dalle grinfie del nemico. Nello scontro finale a Hogwarts, Voldemort non riuscì a colpire nessuno degli avversari che lo fronteggiavano, poiché il 'sacrificio' di Harry aveva creato una protezione simile all'amore di sua madre, che in modo simile era riuscita a salvare il figlio. Nagini, inoltre, venne decapitata all'inizio dello scontro da Neville, sancendo la fine dell'ultimo Horcrux.

Harry e Voldemort battaglia finale.jpg

Harry e Voldemort si fronteggiano per l'ultima volta.

Voldemort e Harry stavano per affrontarsi, ma il Prescelto, prevedendo l'esito dello scontro, tentò di convincere Tom a ravvedersi. Sfortunamente per lui, Voldemort commise un ultimo errore fatale. Harry gli spiegò che la Bacchetta di Sambuco non era passata a Piton da Silente, ma a Draco Malfoy, poiché egli aveva disarmato il preside poco prima che venisse ucciso. Malfoy, quindi, senza mai entrarne in pieno possesso, era divenuto il vero proprietario della Bacchetta di Sambuco, fino a essere disarmato a sua volta da Harry, ora il legittimo proprietario. Ignorando questa nuova informazione, Voldemort tentò di uccidere Harry per l'ultima volta; lanciò l'Anatema che Uccide, mentre Harry rispose col suo incantesimo preferito, l'Incantesimo di Disarmo. La magia di Harry, a causa dell'impossibilità della Bacchetta di Sambuco di attaccare il suo vero padrone, prevalse sulla maledizione di Voldemort, che venne riflessa contro il mago oscuro uccidendolo una volta per tutte.

Post Mortem

Anima di Voldemort.png

L'anima di Voldemort nel Limbo.

Il corpo di Voldemort fu spostato in una stanza vicino alla Sala Grande, separato dagli altri caduti. L'anima di Voldemort invece rimase per sempre intrappolata nel Limbo.[5]

Note

  1. 1,0 1,1 Harry Potter e la Camera dei Segreti - Capitolo 13: Il diario segretissimo
  2. Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban - Capitolo 19: Il servo di Lord Voldemort
  3. Pottermore - Nuovo da J.K. Rowling: Professor Raptor
  4. Harry Potter e la Pietra Filosofale - Capitolo 17: L'uomo dai due volti
  5. Bloomsbury WebChat con J.K. Rowling (inglese)

Inoltre su Fandom

Wiki a caso