FANDOM



Harry Potter e la Pietra Filosofale è il primo dei sette capitoli della saga letteraria Harry Potter, scritta da J.K. Rowling e pubblicato per la prima volta in Inghilterra il 30 giugno 1997 dall'editrice Bloomsbury con il titolo originario Harry Potter and the Philosopher's Stone.

In Italia il libro è stato pubblicato dall'editrice Salani ed ha conosciuto, come in tutto il mondo, un successo insperato fino a divenire il libro di narrativa più venduto in assoluto, prima della pubblicazione dell'intera saga.

Dedica

"A Jessica, che ama i racconti, ad Anne, li ama anche lei, e a Di, che ha sentito questo per prima".

Trama

Capitolo 1: Il bambino che è sopravvissuto

(precedentemente Il bambino sopravvissuto)

Download-0
1º novembre 1981. A Little Whinging, in Inghilterra, il mago Albus Silente, la strega Minerva McGranitt e il gigante Rubeus Hagrid, lasciano un neonato di un anno, di nome Harry Potter, sulla porta di casa degli zii Vernon e Petunia Dursley. Harry cresce infelice in casa Dursley, tormentato dalle angherie del cugino Dudley e degli zii: dorme nel ripostiglio sotto le scale, veste gli enormi vestiti smessi di Dudley e viene trattato come un servo. All'avvicinarsi del suo undicesimo compleanno, il ragazzo inizia a ricevere delle lettere, che vengono distrutte dallo zio Dursley prima che possa leggerle. Il giorno prima del compleanno di Harry, casa Dursley viene invasa da migliaia di lettere, che costringono la famiglia a scappare per nascondersi in una catapecchia su uno scoglio. La notte dell'undicesimo compleanno, il gigante Hagrid irrompe nella capanna per consegnare ad Harry una lettera, raccontandogli la verità: il giovane ragazzo è un mago, e la lettera è un invito a frequentare la scuola di magia di Hogwarts. Hagrid rivela ad Harry che i suoi genitori Lily (sorella di Petunia) e James Potter, sono morti per mano di Lord Voldemort, un mago potente e malvagio, tanto che i suoi simili non ne pronunciano neanche il nome, preferendo chiamarlo "Tu-Sai-Chi", "Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato" o "Signore Oscuro". Voldemort, anni prima, aveva instaurato un regno di terrore di cui erano rimasti vittime moltissimi maghi e Babbani (nome con cui i maghi indicano le persone sprovviste di poteri). Il Signore Oscuro uccise i Potter e tentò di uccidere Harry; ma l'incantesimo mortale rimbalzò indietro, facendogli perdere i suoi poteri e costringendolo a sparire.