Wikia

Italian Harry Potter Wiki

Camere sotterranee

Discussione0
1 354pagine in
questa wiki
Camere sotterranee
Informazione sul Luogo
Ubicazione

Castello di Hogwarts

Le Camere sotteranee (ing: Underground Chambers) si trovano nel sotterraneo del Castello di Hogwarts. Si può raggiungere la prima delle camere attraverso la botola al terzo piano.[1]

OstacoliModifica

Durante l'anno scolastico 1991-1992, le camere sotteranee erano la casa della Pietra Filosofale. In ogni camera c'era un ostacoli per impedire chiunque volesse rubarla.

Primo ostacoloModifica

La sola entrata alle camere sotteranee era attraverso una botola al terzo piano. Questa botola fu sorvegliata da Fuffi, un cane gigante a tre teste appartenente a Rubeus Hagrid.[1]

Per passarlo, Quirinus Quirrell stregò un'arpa per farla suonare da sola. Harry Potter suonava il flauto che ricevette dallo stesso Hagrid a Natale.[1]

Secondo ostacoloModifica

Hermione Granger: «Vediamo: Tranello del Diavolo, Tranello del Diavolo... Che cosa diceva la professoressa Sprout? Che la pianta ama il buio e l'umidità...»
Harry Potter: «E allora accendi un fuoco!»
Hermione Granger: «Già... certo... ma non c'è legna!»
Ron Weasley: «MA SEI IMPAZZITA? SEI UNA STREGA, SÌ O NO?»
— La reazione al Tranello del Diavolo

Dopo aver attraversato la botola, un salto lungo portava a una camera piena di Tranello del Diavolo, piantato da Pomona Sprout, la professoressa di Erbologia. Per scappare della presa della pianta, Hermione Granger evocò delle fiamme azzurre.[1]

Terzo ostacoloModifica

Alla fine di un corridoio che procedeva in discesa c'era una camera in cui si trovava una sciame di chiavi alate stregati da Filius Flitwick. Per aprire la porta alla prossima stanza, bisognava acchiappare la chiave corretta, volando a cavallo di una scopa.[1]

Quarto ostacoloModifica

Il quarto ostacolo era una scacchiera gigante trasfigurata da Minerva McGonagall. Per passare alla prossima camera, si doveva vincere a Scacchi dei Maghi. Ron si sacrificò affinché Harry e Hermione potesse continuare.[1]

Quinto ostacoloModifica

In questa camera c'era messo da Quirinus Quirrell un Troll di Montagna. Quando Harry e Hermione ci arrivarono, il Troll era già messo K.O.[1]

Indovinello delle Pozioni

L'indovinello delle pozioni

Sesto ostacoloModifica

Il sesto ostacolo era un indovinello. Una volta che si entrava la camera, un fuoco viola s'accese alle sue spalle. La porta alla camera prossima era sbloccato da un fuoco nero.[1]

Su una tavola c'erano sette bottiglie. Tre contenevano veleno, due vino d'ortica. Un'altra conteneva una pozione che permetteva di attraversare le fiamme viola, mentre la pozione finale permetteva di attraversare quelle nere.[1]

«Hai davanti il pericolo, hai dietro la salvezza,
tra noi, due sole aiutano chi ci si raccapezza,
una fra tutte sette consente di avanzare,
un'altra invece porta indietro, a quanto pare,
in due è contenuto puro vino d'ortica,
tre possono ammazzarti in men che non si dica.
Scegli, se non desideri restar per sempre qui,
ti diamo quattro indizi e ti aiutiam così:
primo, per quanto il subdolo veleno stia nascosto
a sinistra del vino d'ortica è sempre posto;
secondo, agli estremi ce ne son due diverse
ma a farti andare avanti entrambe sono avverse;
terzo, lo vedi bene, son tutte disuguali,
la nana e la gigante non ti saran letali;
infine, le seconde da destra e da sinistra
sono gemelle al gusto, ma non a prima vista.»

— L'indovinello di Severus Piton[1]

Settimo ostacoloModifica

Il settimo ostacolo era lo Specchio delle Emarb, che era stato modificato da Albus Silente affinché contenasse la Pietra Filosofale e la desse solo a qualcuno che voleva possederla ma non usarla.[1]

Informazione cinematograficaModifica

ApparizioniModifica

NoteModifica

  1. 1,00 1,01 1,02 1,03 1,04 1,05 1,06 1,07 1,08 1,09 1,10 Harry Potter e la Pietra Filosofale - Capitolo 16: Attraverso la botola